Fondazione artemio franchi

Origine e Fondazione

La Fondazione Artemio Franchi fu istituita ufficialmente nel 1985, da Ugo Cestani (Presidente Lega Calcio Serie C oggi Lega Pro), Lions Club Firenze e dalla famiglia Franchi.

Attivita’ e Obiettivi

 La Fondazione valorizza e diffonde i principi ispirati da Artemio oltre a promuovere attività sociali e culturali che testimoniano il suo contributo allo sviluppo del calcio mondiale

Missione e Visione

 L’obiettivo della Fondazione è onorare la memoria di Artemio Franchi attraverso Iniziative concrete e durature che testimonino la sua interpretazione etica del mondo dello sport

Fondazione Artemio Franchi

La Fondazione Artemio Franchi Onlus intende contribuire al processo di sviluppo dell’etica nello sport italiano ed alla crescita sociale e civile del paese. La sua attività e organizzazione sono finalizzate alla crescita complessiva dello sport puntando sia sulla formazione di atleti impegnati nelle diverse discipline e al contempo sulla formazione di giovani come forza sociale autonoma, responsabile ed eticamente corretta.

Tutto il sistema organizzativo della Fondazione e/o il Consiglio d’Amministrazione, le Strutture Operative, così come le varie statutarie singole cariche, si impegnano a essere compartecipi e coinvolti nel perseguimento delle finalità e degli obbiettivi sopra esposti.

Artemio Franchi

Mente eccelsa del calcio a livello mondiale con una profonda sensibilità per i valori etici e morali propri dello sport ma anche e, fin da giovane, uomo di campo, di carte e regolamenti federali. Non solo: Artemio Franchi, nato a Firenze l’8 gennaio del 1922, è anche imprenditore nel ramo dei prodotti petroliferi e capitano della contrada della Torre a Siena, la città dei suoi genitori e alla quale sarà sempre legato.

Ma è il calcio a incantarlo e sarà il calcio a essere incantato da questo giovanotto che nel dopoguerra comincia come arbitro, passa nel ruolo di dirigente della Fiorentina grazie a lui scudettata 1955-56 e vincitrice della Coppa delle Coppe che proprio grazie a Franchi verrà riconosciuta e organizzata dall’UEFA. Si afferma come presidente della FIGC dal 1967 al 1976, quindi dal 15 marzo 1973 presidente della UEFA e dal 1974 Vicepresidente della FIFA.

Fino alla morte, per incidente stradale – il12 agosto 1983 sulla Lauretana antica, Artemio Franchi mantiene importanti incarichi presso FIFA e UEFA, ritorna con spirito di servizio in Figc. Solo un ingiusto destino lo ferma nella sua inarrestabile ascesa e acclamata guida ai vertici del calcio mondiale, di un calcio che per Artemio Franchi è con la gente e della gente, un calcio sempre più protagonista e partecipe di una società ispirata da alti valori etici e morali.

Notizie della Fondazione

Serie A Enlive al via, ecco il calendario

Pronti, via: con la pubblicazione del calendario del campionato è partita la stagione della Serie A Enilive 2024/25. Fischio d'inizio nel weekend del 18 agosto con il primo turno e gran finale previsto il 25 maggio. Un gran finale che potrebbe vedere protagonista...

Ciao Comunardo, grande campione nonostante tutto

Comunardo Niccolai non ha mai mollato e nonostante i numerosi autogol, soprattutto indossando la maglia del Cagliari anche in match di cartello della serie A,  lo stopper toscano - Uzzano 15 dicembre 1946 - è stato uno dei migliori difensori italiani, tanto da...

Dall’Us Affrico a Kayode, tutti i premiati con il “Nereo Rocco”

Tanta Firenze e tanta Fiorentina per il Premio Nereo Rocco, la kermesse che accompagna la competizione riservata a squadre della categoria Allievi che si svolgerà  dal 31 agosto al 4 settembre. Tra i premiati con il Nero Rocco per il personaggio emergente spicca il...

Sale la febbre gialla del Tour de France

Aumenta a Firenze la febbre gialla del Tour de France, il giro ciclistico di Francia. Una febbre che salirà fino a sabato 29 giugno per il Grand Départ (grande partenza) per la prima tappa Firenze - Rimini di 206 km.  Una febbre che contagia una città sempre più...

Una partita di Polo sul sabbione del calcio in costume

Calcio in costume e Polo sul sabbione di Piazza Santa Croce il 12 giugno. Proprio dove i calcianti Azzurri e Rossi metteranno faccia, sudore, fatica e a volte sangue per la finale di tre giorni dopo (15 giugno), proprio lì volteggeranno e si scontreranno cavalli...

A Coverciano è cominciata la giornata dei ‘Fantastici cinque’ numeri 10

Sono arrivati: i ‘Fantastici cinque’ numeri 10 hanno varcato il cancello di Coverciano, l’iconica sbarra del Centro Tecnico Federale “per assistere a un allenamento e spingere così i ragazzi a elevare la prestazione”, come aveva chiesto poco più di un mese fa il Ct...

Le attività della Fondazione

Premio di Laurea

Il “Premio di Laurea Artemio Franchi” – giunto quest’anno alla XIV edizione, si inserisce nell’ambito delle iniziative culturali che la Fondazione Artemio Franchi persegue come principale missione in sinergia con l’Università degli Studi di Firenze e con il patrocinio e la partecipazione della Lega Italiana Calcio Professionistico.

Premi in denaro sono assegnati agli autori di tesi di laurea magistrale su argomenti di qualunque disciplina afferenti le società sportive, gli atleti e l’attività sportiva in genere, con particolare riferimento al mondo del calcio. Il Premio ha anche lo scopo di creare e sviluppare una dinamica biblioteca scientifica in grado di generare incontri e convegni.

La Fondazione in campo

 

Il calcio dei giovani e per i giovani è uno degli obiettivi principali della Fondazione. Che da anni partecipa all’organizzazione di competizioni, manifestazioni e attività che vedono scendere in campo calciatori in erba come nel caso del Torneo Renato Ballerini e ragazzi e ragazze meno fortunati come nel caso del calcio integrato.

Il Torneo Ballerini è una kermesse organizzata dalla società Impruneta Tavarnurnezze e dal suo dirigente, l’ex viola Claudio Piccinetti, a cui nel 2023, alla XII edizione, hanno partecipato circa 700 ragazzi che militavano nelle categorie Piccoli Amici, Primi Calci, Pulcini 1° e 2° anno, Esordienti 1° e 2° anno.

Nei vari appuntamenti sono stati premiati numerosi campioni del passato come Moreno Roggi e alla Fondazione Artemiio Franchi si è affiancata la Fondazione Tommasino Bacciotti.

Un altro campo di intervento è quello del calcio integrato, il calcio rivolto a ragazzi e ragazze con disabilità intellettiva e relazionale e in questo caso la Fondazione affianca la società UPD Isolotto nell’attuazione del Progetto “Un goal all’inclusione sociale”

L’inclusione sociale è uno dei valori etici dello sport e la Fondazione, anche con iniziative concrete, si adopera per sviluppare questa cultura.

Promozione

Promuove il calcio e valori sportivi in memoria di Artemio Franchi.

Riconoscimento

Assegna premi e borse di studio, riconoscendo eccellenze.

Ricerca

Sostiene ricerche e convegni su tematiche sportive e sociali.

Educazione

Incentiva l’educazione attraverso lo sport e l’arte del calcio.

Onorificenza

Onora figure sportive che incarnano lo spirito di Franchi.

Eredità

Cultiva l’eredità di Franchi nel calcio moderno e oltre.

Sostieni la Fondazione

Oggi, la Fondazione continua a promuovere lo sport come veicolo di integrazione sociale diffondendo i principi etici dello sport e per promuovere il fair play e la solidarietà tra i giovani e la società nel suo insieme.